Stop dall’ISVAP all’obbligo di confronto tariffe rca (art. 34)

L’Isvap si è formalmente espresso: l’obbligo di confronto delle tariffe rcauto è stato sospeso per il tempo necessario alla predisposizione della normativa. Questo recita il messaggio inviato dall’Istituto di Vigilanza agli agenti di assicurazione , in risposta ad una lettera inviata a fine mese dallo SNA.

L’articolo 34 imponeva all’agente di fornire tre preventivi di tre diverse compagnie al cliente che richieda una polizza RC auto.

Il comma 3 bis dell’articolo 34 della legge ha affidato all’ISVAP il compito di predisporre uno standard applicativo della norma entro quattro mesi. Quindi l’Isvap ritiene “che l’efficacia del disposto sia sospesa fino alla predisposizione, da parte di questa Autorità, delle previste disposizioni attuative della norma”.

La risposta dell’ISVAP conferma anche l’interpretazione fornita in precedenza dall’ANIA, che avevamo riportato qualche giorno fa.

Condividi questo contenuto sulla piattaforma che preferisci.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email
Stampa

Accedi con le tue credenziali

 per usufruire di tutti i servizi riservati agli associati U.L.I.A.S.

Nel caso non fossi ancora registrato, puoi richiedere adesso l’accesso che verrà validato dopo il versamento della quota associativa.